mercoledì 22 gennaio 2014

Tonico Viso Seboriequilibrante

Ciao a Tutti,
questa volta vi darò una ricetta molto semplice per un tonico con funzione astringente e seboriequilibrante.
Ho scelto di inserire un mix di Oli Essenziali adatti (Lavanda come lenitivo e gli altri con azione antibatterica), Acqua di Amamelide astringente, Niacinamide e Bardana come seboriequilibrante, Vitamina C Stabilizzata come antiossidante e Pantenolo idratante e rinnovapelle.
Ho aggiunto anche le Proteine del Grano, che tendono a ridurre otticamente la dimensione dei pori depositandosi sopra e il Caolino come asciugante.
Essendoci il caolino è comunque un prodotto che va agitato, fa una leggera schiumetta, ma niente di eccessivo.

Questa è la ricetta, ho evidenziato gli ingredienti indispensabili:

Acqua Distillata 22
Acqua di Amamelide 20
Acqua di Rose 48
Sodium Ascorbyl Phosphate 1
Glicerina 1,5
Niacinamide 3
Caolino 0,2
Pantenolo 75% 1,5
Proteine del Grano 1
Tintura Madre di Vite Rossa 1
Estratto Secco di Bardana 0,5
Sodio Citrato 12gtt (6+6)
OE Tea Tree 1gtt
OE Limone 1gtt
OE Rosmarino 1gtt
OE Lavanda 1gtt
tot 0,03-0,04g
Capryl Caprylyl Glucoside 6gtt circa 0,08-0,09
Cosgard 0,3
(Il Cosgard è a metà dose perché l'acqua di rose è già conservata)

Procedimento:
Per prima cosa bisogna pesare gli Oli Essenziali nel becher in cui andremo ad inserire tutti gli ingredienti.

Si parte dagli Oli Essenziali perché vanno solubilizzati con il Capryl Caprylyl Glucoside, che essendo altamente idrofilo, deve essere messo a stretto contatto con gli oli per legarsi a loro.
Dato che ho inserito 4 gocce di Oli Essenziali (ogni 100g di prodotto) e corrispondono circa a 0,03-0,04g, andrò ad inserire 6 gocce di solubilizzante ogni 100g di tonico.
A questo punto bisogna stemperare bene fino a sbiancamento, poi si potrà inserire l'Acqua Distillata con gli Idrolati.


Ho inserito l'Idrolato di Rosa in parte perché l'avevo, in parte per stemperare un po' il mix di Oli Essenziali che ho scelto più per la funzione che per il profumo finale.

Potete tranquillamente ometterlo.
A questo punto peseremo a parte gli altri ingredienti, cominciando con la SAP, che butteremo a pioggia e cercheremo di far sciogliere con calma, continuando a mescolare.
Quando questo tonico lo facevo senza solubilizzante, faceva molta più fatica a sciogliersi, che il solubilizzante faciliti anche la soluzione della SAP? I risultati fanno pensare di si, anche se non so dare una spiegazione chimica al fatto.
Quando la SAP si sarà bene sciolta dovremo andare a correggere subito il pH, dato che è un sale molto basico.


Come verificherete con le vostre cartine, il pH sarà sopra l'8; con la soluzione di Acido Citrico dovrete portarlo fino a 6.
Io ho anche aggiunto della soluzione di Soda Caustica per formare il Sodio Citrato direttamente nel prodotto: 6 gocce di soluzione di Soda Caustica al 15% e 6 gocce aggiuntive di Soluzione al 20% di Acido Citrico, ma potete tranquillamente omettere il chelante.
Quando abbiamo ottenuto il nostro pH sicuro per tutti gli ingredienti, possiamo cominciare ad inserirli: Glicerina, Tintura Madre di Vite Rossa, Estratto Secco di Bardana, Proteine del Grano, Pantenolo 75% e Cosgard.

Per essere ulteriormente sicuri, è bene fare un altro controllo del pH prima di inserire la Niacinamide, che è l'ingrediente più a rischio con un pH sbagliato.
Una volta verificato che il nostro pH sta tra 5,5 e 6,5 possiamo inserirla, si scioglierà subito.
A questo punto possiamo inserire anche l'ingrediente opzionale, il Caolino. Se decidete di usare il tonico come spray, omettetelo, rischiate di otturare lo spruzzino, il tonico andrà bene lo stesso, ma agitatelo un pochino in ogni caso, la dose di solubilizzante che ho inserito in ricetta corrisponde comunque ad una dose bassina, sufficiente a mantenere la solubilizzazione completa solo per breve tempo dal movimento.


















Gestione delle sostituzioni/omissioni:
Acqua Distillata, Idrolato di Amamelide, SAP, Niacinamide, Estratto Secco di Bardana e gli OE sono fondamentali.
Come vi ho scritto si può fare a meno dell'Acqua di Rose, del Caolino, del Sodio Citrato, e anche della Tintura Madre di Vite Rossa, dato che ha più un'azione sulla circolazione che non sui brufoli (anche se la dose di Alcol presente potrebbe comunque avere un ruolo antisettico, ma penso sia troppo poco per essere determinante), e potete anche fare a meno della Glicerina, ma vi consiglio comunque di usarla.
Le Proteine del Grano sono un "in più", e in ogni caso vanno bene anche altre proteine.

Gli Oli Essenziali che andrete ad usare potrebbero tranquillamente essere diversi, basta che li cerchiate con proprietà simili, mai e poi mai andremo ad usare Cannella (irritante e rubefacente), Rosa (insieme a OE "puzzosi" come il Tea Tree sarebbe sprecato dato il suo costo), Pepe Nero (irritante), Basilico (allergizzante), Cipresso (irritante), Ginepro (irritante), Gelsomino (essenzialmente sprecato come nel caso di quello di Rosa), Citronella (irritante, e utile solo come antizanzare) ecc...
Alternative potrebbero essere Camomilla, Patchouli, Geranio, Calendula, Menta, Melissa, Ylang Ylan, Sandalo, in generale quelli di Agrumi ecc...
Ricordatevi però che gli Oli Essenziali di Agrumi e Patchouli (come quello di Cumino e sicurmente altri che non conosco) sono fotosensibilizzanti, non inseriteli e sostituiteli con altri se pensate di usare questo tonico prima di esporvi al sole!
Potete sostituire il solubilizzante che ho usato io con il Polisorbato-20 tra quelli che conosco, ma può essere che ne esistano degli altri adatti, idem per il conservante, potete tranquillamente utilizzare un altro conservante, abbiate però l'accortezza di controllarne le percentuali d'uso in scheda tecnica e nel caso fosse liposolubile (come Phenonip o Fenilight) solubilizzatelo insieme agli Oli Essenziali all'inizio, nel caso servisse aumentando il solubilizzante fino a sbiancamento, in caso contrario non funzionerebbe adeguatamente.
In ogni caso è sempre preferibile per i tonici utilizzare conservanti idrosolubili, per non finire con il produrre un'acqua micellare più che un tonico, che non idrata più, ma lava.
In questa ricetta è comunque necessario il solubilizzante, non solo per gli oli essenziali, ma per garantire un maggiore assorbimento di tutti gli attivi idrosolubili inseriti, che difficilmente penetreranno il primo strato lipidico della pelle in soluzione puramente acquosa.

Anche per questa volta è tutto, spero che facciate questa semplicissima ricetta, su di me ha funzionato molto, fin dalla prima bozza, quando non usavo solubilizzante e avevo meno ingredienti, ma ora è davvero un prodotto funzionale!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

12 commenti:

  1. ciao!sto usando con molta soddisfazione questo tonico da un po'!volevo chiederti se, con l'arrivo dell'estate, è il caso di sospenderlo o di usarlo solo la sera?sicuramente non lo userei se ho in programma di prendere il sole, ma in generale sto in posti coperti dove non c'è esposizione diretta ai raggi solari!

    RispondiElimina
  2. Ciao L., la Vitamina C non è fotosensibilizzante, anzi, è consigliata come ingrediente per i trattamenti pre e post-sole. L'importante è che non venga usata in dosi che attivino la funzione schiarente (sopra al 2%), questo perché un'eccessiva esfoliazione potrebbe portare ad assottigliare troppo la pelle, rendendola vulnerabile all'azione del sole. La niacinamide invece non interferisce con il sole, ma può essere irritante se usata sopra al 2% su pelli delicate, quindi nel caso non dia problemi (io la uso anche al 4% senza irritazioni), potrebbe darne in occasione di un'esposizione solare improvvisa. Non sono a conoscenza di effetti fotosensibilizzanti di tutti i derivati vegetali usati, non è indicato nulla in nessuna delle schede tecniche, quindi presumo che non ci siano problemi e io personalmente non ne ho avuti. L'unico ingrediente da evitare prima dell'esposizione solare è l'olio essenziale di Limone, come tutti gli agrumati, come ho scritto nel post. Secondo me puoi usarlo tranquillamente fino a che non arrivano i 25-30°C se stai al chiuso, o fino a che non decidi di esporti volontariamente al sole (es. una passeggiata in una giornata primaverile già piuttosto calda). Purtroppo nel caso cominci a fare piuttosto caldo te lo sconsiglio se decidi di uscire di casa anche solo per poco, il sole pieno di giugno e luglio può bastare, a meno di non andare in giro completamente coperta (cappellone, foulard e occhiali da sole) e per poco tempo. Non so esattamente quale sia la soglia realistica, ma personalmente preferisco non rischiare io, ma anche non far rischiare chi legge :)

    RispondiElimina
  3. grazie!sei stata chiarissima!

    RispondiElimina
  4. Ciao Rasmus,non avendo al momento quasi nessuna delle materie prime per fare il tuo bel tonico,vorrei chiederti se posso aggiungere a un tonico giá pronto(ho quello dei Provenzali alla rosa mosqueta)1g di caolino o rischio di alterare il ph della soluzione?Grazie!Pamela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maryapamela, aggiungere il Caolino ad un tonico pronto secondo me non ha molto senso, in sostanza non ottieni certo un prodotto seboriequilibrante per questa piccolissima aggiunta. Piuttosto usa una cipria dopo il tonico e dopo la crema viso (se la usi), io ad esempio mi trovo benissimo con Hollywood di Nevecosmetics, con la mia pelle moderatamente grassa tiene bene!

      Elimina
    2. Grazie per il tuo suggerimento e complimenti per la bella ricetta.
      Appena possibile la faró😊

      Elimina
  5. Ciao rasmus complimenti per la ricetta che vorrei riprodurre ma con delle varianti, visto che molti degli ingredienti che tu hai usati io non li possiedo. Ho gli o.e. da te inseriti, la niacinamide, glicerina,caolino, le acque e mi manca il resto. Ho però la map, tintura madre di calendula, elastocell. Potrei inserirli? E in che dosi? Grazie e buona serata, stefania

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefy, ti mancano un po' di ingredienti, però qualcosa puoi provare a fare e vedere come ti trovi. metti gli ingredienti che hai, e puoi mettere la tintura madre di calendula al posto di quella di vite rossa, potrebbe compensare la mancanza di ingredienti lenitivi (dipende in cosa è titolata), lascia stare l'elastocell (mettilo nelle creme o nei sieri piuttosto!), e sostituisci quello che manca. Ti consiglio di arrivare a 2% di Glicerina, dato che ti mancano sia pantenolo che proteine. La map, se intendi Magnesium Ascorbyl Phosphato puoi metterla al posto della sap che uso io, ma sinceramente la map non l'ho mai usata e non ne conosco le interazioni/controindicazioni, studia bene se può avere qualche incompatibilità e come va usata, ma soprattutto verifica se è stabile a pH 5-6, altrimenti non avresti stabile la niacinamide!

      Elimina
    2. Grazie davvero tanto per la tua gentilissima risposta. Proverò come dici e ti farò sicuramente sapere! Grazie ancora..stefania

      Elimina
    3. di niente figurati! Certo, fammi sapere se ti troverai bene :)

      Elimina