sabato 12 novembre 2016

Olio Post Doccia Bis! Ricetta Rinnovata!

Ciao a Tutti!
Torno a parlarvi di una ricetta che vi avevo già mostrato, ma in una nuova versione migliorata, si tratta infatti del mio Olio Emulsionante Post-Doccia, a cui ho fatto alcune aggiunte e modifiche.
Si tratta di un prodotto che faccio regolarmente ormai da diversi anni, e ogni tanto mi capita di fare qualche modifica.
In questo caso ho voluto cambiare un po' gli oli, in base a quelli che avevo in casa, ma anche provando nuove combinazioni di oli.
Come nelle altre versioni, ho inserito il conservante (se non avete quello che uso io, sceglietene comunque uno lipofilo), perché si tratta comunque di un prodotto che sta in doccia, quindi potrebbe venire a contatto con piccole quantità di acqua.

Ricetta:

Fase A (a caldo)
Olio di Avocado 9
Olio di Riso 14
Olio di Babassu 12
Olio di Jojoba 15
Cetiol Sensoft 16
Gamma Orizanolo 1
Lecitina di Soia 0,5

Fase B (aggiunte a freddo)
Tocoferolo 2
Oleolito di Pomodoro (in Olio EVO) 2
Insaponificabile di Avocado 2*
Olio di Noce 9
Olio di Canapa 10
Olio di Zucca 3
Estratto CO2 di Rosmarino 0,2
Fenilight 0,2
Coenzima Q10 0,1
Ewocream 2 
Isolan GO 33 2

*Se il vostro è solido, dovete scioglierlo a caldo nella prima fase 

Procedimento:

La preparazione non differisce molto dalla preparazione delle altre versioni, come l'altra volta, ma risulta comunque più semplice della versione estiva, dato che non ci sono da “pre-sciogliere” gli estratti CO2.
Il primo passo è sempre quello a caldo, per inserire Lecitina e Gamma Orizanolo, quindi vanno sempre pesati i grassi termoresistenti, se non inserirete il Gamma Orizanolo, potrete tranquillamente fare tutto a freddo, vi servirà solamente più tempo per inserire la Lecitina.
Il mio Insaponificabile di Avocado è liquido, simile all'Olio di Cocco quando non è al 100% liquido, ma non necessita comunque di essere scaldato, se il vostro è solido, va scaldato per primo, insieme agli altri grassi non termolabili.
Una volta sciolti eventuale Insaponificabile, Lecitina e Gamma Orizanolo si può togliere il contenitore dal bagnomaria, e si può procedere a lasciar raffreddare.
Ora c'è solo da attendere, potete decidere se preparare la fase a freddo a parte, unendola successivamente, quando si sarà raffreddata la prima fase, ma sempre considerando che una parte di prodotto in più andrà persa (vi consiglio di travasare la fase scaldata in quella a freddo, visto che ha ingredienti meno pregiati, che in parte rimarranno inevitabilmente nel becher).
Altrimenti potete semplicemente attendere fino a raffreddamento, e fare le aggiunte direttamente al becher quando raggiunge la temperatura ambiente.
Potete fare tutte le aggiunte in modo abbastanza indifferente, solo gli emulsionanti lipofili vanno inseriti sempre per ultimi, ma prima della fragranza.

Possibili Sostituzioni/Omissioni:

Come vi avevo già detto per le diverse versioni precedenti, potete sostituire quasi tutti gli oli ed esteri con quelli che avete o potete reperire, ricordate solamente l'importanza di utilizzare oli con un peso specifico e una spalmabilità differenti, realizzando una cascata di grassi almeno minima.
In questo caso sappiate che l'Olio di Zucca scurisce molto il prodotto (è quasi nero), io inserisco l'olio in un flacone scuro, quindi per me non cambia nulla, ma tenetene conto se contate di realizzare un prodotto con delle determinate caratteristiche estetiche.
Per quanto riguarda gli attivi, potete omettere tranquillamente Coenzima Q10, Gamma Orizanolo e Oleolito di Pomodoro (per il Licopene, vi ho parlato qui di come realizzarlo) se non li avete, non sono fondamentali, ma vi servirà almeno un sostituto dell'Oleoresina di Rosmarino (Aperoxid o Antiranz), per non rischiare che gli oli delicati irrancidiscano, e per fornire almeno un minimo apporto di antiossidanti alla pelle. 
Infine sono fondamentali anche gli emulsionanti, altrimenti otterreste un vero e proprio olio, più untuoso e meno setificante, da quando io ho percepito la differenza, non me lo faccio mai mancare!
Come vi avevo già spiegato, potete usarne anche uno solo, basta che emulsioni a freddo, e che sia a basso HLB, va benissimo anche l'Isolan GPS (inci: Polyglyceryl-4 Diisostearate/
Polyhydroxystearate/Sebacate), non ecobio, ma non lo disdegnerei, oppure il Sorbitan Oleate, che però non so da chi venga venduto o sotto che nome, so solo che esiste, e che è un emulsionante a basso HLB liquido e che emulsiona a freddo.
Va bene anche una combinazione di questi che ho nominato ovviamente, come ho fatto io usando sia Ewocream, che Isolan GO33.

Anche oggi ho finito, e spero che la ricetta vi sia piaciuta!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

Nessun commento:

Posta un commento