giovedì 10 agosto 2017

Olio di Iperico - direttamente dalla Sicilia!

Ciao a Tutti!
Oggi vi parlo nuovamente di un argomento già affrontato:

L'Olio di Iperico!


È nuovamente estate, ed è tornato quel magico momento dell'anno in cui si possono raccogliere i fiori di Iperico, per realizzare quello che in Sicilia viene comunemente chiamato “Olio Rosso”.
Vi avevo già parlato dell'Iperico, delle sue proprietà, di come si può andare a realizzare l'Oleolito di Iperico e di come usarlo...
Come vi avevo già accennato, si tratta di una tradizione popolare molto radicata in alcune zone, e in particolare, ho visto quanto sia un rimedio largamente usato in Sicilia quando ho avuto l'occasione di essere ospitata nelle campagne di un piccolo centro, per le vacanze.
Lì (ma non solo) la realizzazione dell'”Olio Rosso” ha anche un riscontro economico non da poco, infatti, in Sicilia, come qui nella mia zona, difficilmente chi sa dove andare a raccogliere l'Iperico lo dice in giro!
La stessa zia del mio ragazzo, che ci ha ospitati, ha cercato di procurarmi la pianta andando di persona con chi sa che realizza questo prodotto...
Ma la persona stessa, pur avendo un rapporto amichevole, ha portato direttamente la pianta a sorpresa!
Insomma... nessuno rivela dove andare a cercare l'Iperico, un po' come chi raccoglie funghi non rivela dove trovare i migliori Porcini...

Soprattutto in alcune zone della Sicilia, la produzione di questo olio è molto redditizia, c'è chi lo prepara ogni anno e lo rivende ai locali, senza rivelare dove va a prendere la pianta (e se nell'Hinterland Milanese cercare è relativamente semplice... quando ci sono distese di campi per km e km, come nell'entroterra siciliano... è tutta un'altra questione!)!
La produzione poi viene fatta in casa, e l'olio viene venduto o scambiato con altri prodotti locali, quali frutta, verdura ecc... seguendo una modalità “contadina” che sicuramente da noi in Lombardia è andata persa (almeno nella zona di pianura, dove ormai è quasi tutta area urbanizzata).

Questi sono i fiori raccolti, e questo è l'olio prodotto (non tutto mio ovviamente):



Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione, oltre che chi mi ha procurato la pianta!

lunedì 7 agosto 2017

Lavera Linee Capelli e Uomo, come sono gli INCI?

Ciao a Tutti!
Torno a parlarvi di INCI, e specificatamente di alcuni prodotti che avevo in coda da parecchio, ovvero di alcune linee della Lavera.
Avevo cominciato a parlarvi della linea Basis Sensitiv, sia viso, che corpo, la linea più diffusa e conosciuta, ora comincio però a parlarvi della linea di Haircare.

Lavera – Hair – Shampoo Antiforfora al Fiordaliso:

Aqua, Sodium Coco-Sulfate, Lauryl Glucoside, Betaine, Maris Sal, Alcohol, Centaurea Cyanus Extract, Citrus Medica Limonum Fruit Extract, Triticum Vulgare Germ Extract, Oryza Sativa Extract, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract, Avena Sativa Straw Extract, Glycine Soja Germ Extract, Melia Azadirachta Leaf Extract, Hamamelis Virginiana Water, Salvia Officinalis Leaf Water, Rosmarinus Officinalis Leaf Water, Sapindus Trifoliatus Fruit Extract, Lactobacillus Ferment, Sodium Cocoyl Glutamate, Disodium Cocoyl Glutamate, PCA Glyceryl Oleate, Sodium Phytate, Parfum, Limonene, Linalool, Citral, Geraniol, Citronellol

200 ml
4,99-5,99 €

Lavera – Hair – Shampoo Color Lucentezza:

Aqua, Sodium Coco-Sulfate, Lauryl Glucoside, Betaine, Maris Sal, Mangifera Indica Fruit Extract, Persea Gratissima Fruit Extract, Triticum Vulgare Germ Extract, Oryza Sativa Extract, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract, Avena Sativa Straw Extract, Glycine Soja Germ Extract, Disodium Cocoyl Glutamate, Sodium Cocoyl Glutamate, PCA Glyceryl Oleate, Sodium Hyaluronate, Hydrolyzed Corn Protein, Hydrolyzed Wheat Protein, Hydrolyzed Soy Protein, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Sodium Phytate, Mannitol, Alcohol, Parfum, Limonene, Linalool, Citral, Citronellol

200 ml
4,99-5,99 € 

Lavera – Hair – Shampoo Repair alla Rosa e Cheratina Vegetale:

Aqua, Sodium Coco-Sulfate, Lauryl Glucoside, Betaine, Maris Sal, Rosa Damascena Flower Water, Prunus Persica Fruit Extract, Triticum Vulgare Germ Extract, Oryza Sativa Extract, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract, Avena Sativa Straw Extract, Olea Europaea Fruit Extract, Glycine Soja Germ Extract, PCA Glyceryl Oleate, Disodium Cocoyl Glutamate, Sodium Cocoyl Glutamate, Hydrolyzed Corn Protein, Hydrolyzed Wheat Protein, Hydrolyzed Soy Protein, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Sodium Hyaluronate, Citric Acid, Lactic Acid, Tartaric Acid, Sodium Phytate, Alcohol, Parfum, Citronellol, Geraniol, Linalool, Limonene, Citral, Benzyl Benzoate, Coumarin

200 ml
3,99-5,99 €

Lavera – Hair – Shampoo Sensitiv alla Mandorla e Amamelide Bio:

Aqua, Sodium Coco-Sulfate, Lauryl Glucoside, Betaine, Maris Sal, Alcohol, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract, Hamamelis Virginiana Leaf Extract, Macadamia Ternifolia Seed Extract, Olea Europaea Fruit Extract, Glycyrrhiza Glabra Root Extract, Oryza Sativa Extract, Triticum Vulgare Germ Extract, Avena Sativa Straw Extract, Glycine Soja Germ Extract, Sodium PCA, Sodium Cocoyl Glutamate, Disodium Cocoyl Glutamate, Sodium Phytate, Parfum, Linalool, Limonene, Citronellol

200 ml
5,99-6,20 €

Lavera – Hair – Shampoo Volume al Latte di Arancio:

Aqua, Sodium Coco-Sulfate, Lauryl Glucoside, Betaine, Maris Sal, Camellia Oleifera Leaf Extract, Citrus Aurantium Amara Flower Water, Humulus Lupolus Extract, Triticum Vulgare Germ Extract, Avena Sativa Straw Extract, Oryza Sativa Extract, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract, Glycine Soja Germ Extract, PCA Glyceryl Oleate, Sodium Cocoyl Glutamate, Disodium Cocoyl Glutamate, Hydrolyzed Corn Protein, Hydrolyzed Wheat Protein, Hydrolyzed Soy Protein, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Sodium Phytate, Alcohol, Parfum, Limonene, Linalool, Citronellol

200 ml
3,99-5,99 €

In realtà, nonostante siano disponibili diverse linee, parlerò solo una volta degli shampoo, perché fondamentalmente la formula lavante è sempre la stessa.
Quello che cambia nelle varianti, è più che altro la scelta di estratti vegetali, anche i surgrassanti, gli umettanti e i filmanti restano sempre gli stessi per tutte le versioni.
La formula lavante di base non è proprio delicatissima di per sé, andrebbe testata dal vivo, e resta comunque soggettiva, abbiamo SCS come tensioattivo anionico primario, di certo non delicato, tamponato con un Lauryl Glucoside, Trimetilglicina e piccole dosi di tensioattivi non ionici delicati e un pochino di surgrassante (PCA Glyceryl Oleate).
Abbiamo poi un mix di proteine e la scelta di un conservante di origine vegetale, il Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, che corrisponde al Leucidal di AZ.
Non so prevedere il grado di aggressività/delicatezza del prodotto sulla carta, può anche essere che l'insieme di agenti tampone, filmanti e surgrassanti renda questi prodotti sufficientemente delicati, ma l'unica è provare.
Le varianti presentano sicuramente una scelta di estratti vegetali azzeccata, ma non sono state fatte aggiunte specifiche, come ad esempio la Piroctone Olamina nello shampoo antiforfora.
Non posso che consigliarvi di provarli se tollerate bene i prodotti con tanti vegetali (ci sono pelli reattive che non li sopportano), e magari di approfittare di qualche offerta per l'acquisto.
L'Esselunga li vende ad un prezzo sicuramente più caro rispetto ai rivenditori online, ma ogni tanto fa qualche ciclo di sconti, nel caso vedrei di approfittarne.

Lavera – Hair – Balsamo Color Lucentezza:

Aqua, Alcohol, Glycine Soja Oil, Cetearyl Alcohol, Myristyl Alcohol, Glyceryl Stearate Citrate, Isoamyl Laurate, Lauryl Laurate, Parfum, Lauryl Glucoside, Persea Gratissima Fruit Oil, Mangifera Indica Fruit Extract, Triticum Vulgare Germ Extract, Oryza Sativa Extract, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract, Avena Sativa Straw Extract, Glycine Soja Germ Extract, Camellia Oleifera Leaf Extract, Gossypium Herbaceum Extract, Sodium PCA, PCA Glyceryl Oleate, Hydrolyzed Wheat Protein, Dehydroxanthan Gum, Potassium Cetyl Phosphate, Tocopherol, Helianthus Annuus Seed Oil, Glycerin, Ascorbyl Palmitate, Limonene, Linalool, Citral, Citronellol

150 ml
4,99-5,99 €

Lavera – Hair – Balsamo Repair alla Rosa e Cheratina Vegetale:

Aqua, Alcohol, Glycine Soja Oil, Cetearyl Alcohol, Myristyl Alcohol, Glyceryl Stearate Citrate, Isoamyl Laurate, Lauryl Laurate, Parfum, Lauryl Glucoside, Persea Gratissima Fruit Oil, Rosa Damascena Flower Water, Macadamia Ternifolia Seed Oil, Triticum Vulgare Germ Extract, Oryza Sativa Extract, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract, Avena Sativa Straw Extract, Olea Europaea Fruit Extract, Glycine Soja Germ Extract, Prunus Persica Fruit Extract, Sodium PCA, Sodium Lactate, Hydrolyzed Corn Protein, Hydrolyzed Wheat Protein, Hydrolyzed Soy Protein, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, PCA Glyceryl Oleate, Dehydroxanthan Gum, Potassium Cetyl Phosphate, Tocopherol, Helianthus Annuus Seed Oil, Ascorbyl Palmitate, Citronellol, Geraniol, Linalool, Limonene, Citral, Benzyl Benzoate, Coumarin

150 ml
4,99-5,99 €

Come per gli shampoo, anche in questo caso le differenze fra le due versioni non sono rilevanti, basandoci sull'INCI.
La base è molto simile, e ha molti elementi in comune con una crema, più che con un balsamo “classico”, infatti abbiamo più che altro emollienti (sia oli vegetali che alcoli di acidi grassi) ed emulsionanti, non abbiamo dei veri e propri condizionanti.
Per il resto abbiamo una grande abbondanza di umettanti, che sicuramente possono funzionare su capelli non troppo problematici, ma sono poco per gran parte dei capelli lunghi, abbondanti e/o non perfettamente lisci.
Inoltre quello che principalmente non mi piace è la percentuale di Alcol Etilico presente, l'Alcol è già il secondo ingrediente, e non ha nemmeno senso che sia inserito come conservante, dato che abbiamo anche il Leucidal, insomma hanno utilizzato lo stile formulativo che usano normalmente per le creme viso/corpo.
Sta a voi provarlo, ma sinceramente non è il mio genere, mi aspetto un prodotto mediamente nutriente (bisogna vedere quanto Alcol c'è e quanto i grassi riescano a compensare questa presenza), ma poco condizionante, ovvero all'opposto delle mie necessità, dato che cerco prodotti molto districanti e poco grassi.

Lavera – Hair – Spray Volume:

Aqua, Alcohol, Glycerin, Polyglyceryl-10 Laurate, Camellia Oleifera Leaf Extract, Citrus Aurantium Amara Flower Water, Oryza Sativa Extract, Humulus Lupolus Extract, Avena Sativa Straw Extract, Triticum Vulgare Germ Extract, Glycine Soja Germ Extract, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract, Moringa Pterygosperma Seed Extract, Sodium PCA, Caffeine, PCA Glyceryl Oleate, Mannitol, Maltodextrin, Parfum, Limonene, Linalool, Citronellol, Citral, Geraniol

150 ml
9,70 €

Anche qui torna il problema dell'Alcol Etilico, che in alta percentuale disidrata la pelle come i capelli, per la sua azione solvente, e non vedo ingredienti “veri” ad esclusione degli umettanti e degli estratti vegetali.
Insomma, se dovessi cercare un prodotto per capelli efficace punterei piuttosto su prodotti “compromesso”, come ad esempio L'Erbolario o Noah, che usano l'ecobio fino a dove si riesce, ma integrano con qualche ingrediente sintetico quando davvero è fondamentale, ma se volete l'ecobio al 100% potete sicuramente provare questo, ma penso che faccia poco.
Però va detto che i miei “bisogni” sono all'opposto, di volume ne ho già veramente tanto di mio, normalmente cerco proprio prodotti che minimizzino il volume, tenendo a bada i capelli nel clima umido.

Lavera – Hair – Riparatore Doppie Punte:

Aqua, Alcohol, Glycerin, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Isoamyl Laurate, Sodium PCA, Sodium Lactate, Parfum, Persea Gratissima Oil, Macadamia Ternifolia Seed Oil, Rosa Damascena Flower Water, Triticum Vulgare Germ Extract, Oryza Sativa Extract, Prunus Amygdalus Dulcis Seed Extract, Avena Sativa Straw Extract, Glycine Soja Germ Extract, Hydrolyzed Wheat Protein, Hydrolyzed Corn Protein, Hydrolyzed Soy Protein, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Dehydroxantan Gum, Algin, Arginine, PCA Glyceryl Oleate, Microcrystalline Cellulose, Sodium Hyaluronate, Citric Acid, Lactic Acid, Tartaric Acid, Tocopherol, Helianthus Annuus Seed Oil, Ascorbyl Palmitate, Citronellol, Geraniol, Linalool, Limonene, Citral, Benzyl Benzoate, Coumarin

30 ml
6,85 €

Come ho sicuramente scritto da qualche parte, i capelli non possono essere riparati, sono una struttura proteica senza cellule, ergo materia biologica “morta”. Una volta danneggiata la struttura, si può solo arginare il danno, ovvero tenere insieme la struttura proteica con l'aiuto di filmanti/condizionanti.
Insomma, questo prodotto contiene sicuramente una parte delle categorie di sostanze utili in questo senso: proteine, estratti vegetali sensati (probabilmente contenenti mucillagini e/o proteine), Aloe, umettanti e filmanti ecobio.
Non ci sono condizionanti veri e propri, e abbiamo una limitata percentuale di grassi (gli oli vengono dopo la fragranza).
Insomma, il prodotto in sé non è male, quello che però non mi piace è la presenza di Alcol in così alta posizione, con l'effetto solvente vanifica parte del lavoro del resto della formulazione, non capisco perché non farsi bastare il Leucidal come conservante o affiancarlo ad altri conservanti efficaci, pur accettati dai disciplinari ecobio.
Il prodotto è giusto un po' costosetto per quello che contiene, ma penso si debba usare in piccole quantità, penso come un balsamo Leave-In.

Lavera – Hair – Styling Gel:

Aqua, Sorbitol, Alcohol, Glycerin, Sodium PCA, Shellac, Bambusa Arundinacea Leaf Extract, Camellia Oleifera Leaf Extract, Carrageenan, Xanthan Gum, Dehydroxanthan Gum, Parfum, Limonene, Linalool, Geraniol, Citral, Citronellol, Benzyl Benzoate

100 ml
6,85-8,50 €

Non so ovviamente prevederne l'efficacia con precisione, ma penso che sia un ottimo compromesso per mantenere l'INCI ecobio.
Sicuramente non mi aspetto un prodotto a tenuta estrema, ma la presenza della Shellac, la naturale ceralacca, mi fa sperare in un prodotto naturale, ma anche piuttosto efficace, penso che possa aiutare i semplici gelificanti e umettanti nella tenuta.
L'unica ovviamente è provare il prodotto, dato che in questo caso le variabili sono troppe.
Non è economico, ma se siete intransigenti sull'INCI (ovvero evitate anche i polimeri sintetici in piccole quantità) penso che non possa esserci di meglio.

Vi parlo ora della linea specifica per l'uomo:

Lavera – Men Sensitiv – Doccia Shampoo 2in1:

Aqua, Sodium Coco-Sulfate, Lauryl Glucoside, Maris Sal, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Glycerin, Sodium Cocoyl Glutamate, Disodium Cocoyl Glutamate, Bambusa Arundinacea Leaf Extract, Paullinia Cupana Seed Extract, Glucose Glutamate, Alcohol, Hydrolyzed Corn Protein, Hydrolyzed Wheat Protein, Hydrolyzed Soy Protein, Leuconostoc/Radish Root Ferment Filtrate, Chlorophyllin-Copper-Complex (C.I. 75810), Parfum, Linalool, Limonene, Citral, Coumarin

150 ml
5,99 €

La formula lavante è molto simile a quella utilizzata per gli shampoo, abbiamo sempre una base di SCS, con Lauryl Glucoside e due glutamati.
Anche in questo caso vengono inseriti diversi estratti vegetali, in questo caso Gel d'Aloe compreso, proteine e viene usato sempre il Leucidal come conservante ecobio.
L'unico pallino rosso è il tipo di colorante utilizzato, per cui sinceramente non vi so dire nulla di preciso, già che contenga Clorofilla mi pare strano che si tratti di un ingrediente bollato come rosso... ma non vado oltre, dato che non ne so abbastanza.
Secondo me va bene per pelli non particolarmente delicate, soprattutto se con capelli corti, dove non servono condizionanti in abbondanza, in quest'ultimo caso il prodotto potrebbe non essere sufficientemente districante.

Lavera – Men Sensitiv – Schiuma da Barba Delicata:

Aqua, Sodium Palmitate, Potassium Stearate, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Glycerin, Coconut Acid, Myristic Acid, Simmondsia Chinensis Seed Oil, Glyceryl Stearate SE, Alcohol, Bambusa Arundinacea Leaf Extract, Maris Sal, Bisabolol, Hydrated Silica

150 ml
6,95-7,65 €

Abbiamo una vera e propria schiuma da barba a base di sapone naturale, anche se ottenuto a partire da acidi grassi singoli: Acido Palmitico, Acido Stearico, e un mix di acidi grassi aggiunto, oltre ad una piccola aggiunta di Olio di Jojoba come surgrassante.
Vengono anche aggiunte piccole percentuali di emulsionante, come ho fatto io nella mia versione spignattata del Sapone da Barba.
Insomma, nella sostanza non è per nulla male.
Viene poi aggiunto qualche estratto vegetale e un po' di Bisabololo, ma servono poco in un prodotto a risciacquo, che rimane sulla pelle pochi secondi, sono ingredienti che è meglio inserire nei prodotti dopobarba, non nei detergenti.
Probabilmente quella quantità di prodotto dura pochino rispetto al sapone in versione solida, che si consuma molto lentamente, ma nel complesso mi sembra davvero un ottimo prodotto!
Resta solo da vedere ogni quanto va ricomprato!

Lavera – Men Sensitiv – Balsamo Dopobarba Calmante:

Aqua, Glycerin, Alcohol, Glyceryl Stearate SE, Glyceryl Stearate Citrate, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Helianthus Annuus Seed Oil, Parfum, Caprylic/Capric Triglyceride, Olea Europaea Fruit Oil, Bambusa Arundinacea Leaf Extract, Sodium Cetearyl Sulfate, Tocopheryl Acetate, Hydrogenated Lecithin, Tocopherol, Camellia Oleifera Leaf Extract, Potassium Cetyl Phosphate, Xanthan Gum, Dodecane, Dipotassium Glycyrrhizate, Bisabolol, Helianthus Annuus Seed Oil, Ascorbyl Palmitate, Linalool, Limonene, Coumarin, Citral, Geraniol, Citronellol

50 ml
5,00-8,95 €

Si tratta di un bel prodottino, ad esclusione dell'alta percentuale alcolica, come succede spesso per i prodotti di stampo tedesco.
Abbiamo una cremina ben formulata, con emollienti assortiti, e un ottimo mix di lenitivi: Gel d'Aloe, Dipotassium Glycyrrhizate, Bisabololo e anche qualche antiossidante.
Insomma niente male, ma bisogna considerare l'azione dell'Alcol, che potrebbe dar fastidio alle pelli molto delicate.

Lavera – Men Sensitiv – Crema Idratante:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Glycerin, Alcohol, Glyceryl Stearate Citrate, Caprylic/Capric Triglyceride, Cetyl Alcohol, Sodium Lactate, Cellulose, Xylitylglucoside, Anhydroxylitol, Helianthus Annuus Seed Oil, Olea Europaea Fruit Oil, Bambusa Arundinacea Leaf Extract, Ginko Biloba Leaf Extract, Simmondsia Chinensis Seed Oil, Sodium Hyaluronate, Potassium Cetyl Phosphate, Xanthan Gum, Dodecane, Cetearyl Alcohol, Xylitol, Hydrogenated Lecithin, Tocopheryl Acetate, Tocopherol, Helianthus Annuus Seed Oil, Ascorbyl Palmitate, Parfum, Linalool, Limonene, Coumarin, Citral, Geraniol, Citronellol

30 ml
5,94-6,99 €

Anche in questo caso lo stile di formulazione è quello alla tedesca, con l'Alcol in alta posizione, usato anche come conservante, e in questo caso è chiaro, non sono stati aggiunti altri conservanti, quindi è sicuramente più del 5-7%.
Per il resto mi piace sia la scelta degli emulsionanti, che dei numerosi umettanti, è una delle creme più ricche ed idratanti che vedo (ma va sempre valutata la percentuale di Alcol), abbiamo sia Xilitolo che suoi derivati, oltre a Sodio Lattato, Gel d'Aloe, Sodio Ialuronato e una coppia di antiossidanti, abbiamo poi gli estratti vegetali di Bambù e Ginko Biloba.

Lavera – Men Sensitiv – Deodorante Roll-On:

Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Alcohol, Zinc Oxide, Glyceryl Caprylate, Xanthan Gum, Zinc Ricinoleate, Hydrogenated Palm Glycerides, Glycerin, Bambusa Arundinacea Leaf Extract, Cymbopogon Flexuosus Herb Extract, Bisabolol, Caprylic/Capric Triglyceride, Hydrogenated Lecithin, Parfum, Limonene, Linalool, Citral, Coumarin, Geraniol, Citronellol

50 ml
4,24,4,99 €

Questo è uno dei tanti deodoranti a base primariamente alcolica, in sostanza quelli che hanno incentivato l'uso degli antitraspiranti, con la dicitura “senza alcohol”.
In questo caso, oltre all'alcol abbiano una certa dose di Ossido di Zinco e lo Zinco Ricinoleato (che ingloba le molecole “puzzolenti”).
Insomma, potrebbe essere moderatamente efficace, probabilmente ottimo nel breve periodo, ma scarso nel lungo termine, dato che l'Alcohol evapora in fretta, perdendo l'effetto batteriostatico.
Insomma, va provato, dato che il deodorante è uno dei cosmetici più soggettivi esistenti, inoltre, a discapito della formula “visibile”, potrebbe comunque esserci anche l'aggiunta di una fragranza adatta, che agisce come ulteriore batteriostatico aggiunto, un po' come faccio io quando aggiungo Olio Essenziale di Tea Tree ai deodoranti spignattati.

Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

giovedì 3 agosto 2017

Ricetta per un Burro Struccante (da frigo)!

Ciao a Tutti!
Qualche tempo fa su un gruppo è emerso il dilemma degli struccanti, come sapete, tempo fa vi avevo già parlato dell'assortimento di prodotti commerciali tra cui scegliere... ma il dibattito è nato in particolare sul Clinique – Take the Day Off, ovvero il famoso burro struccante.
Dato che non l'ho mai provato (ho provato a chiedere un campioncino da Sephora, ma loro non tengono quel tester, sicuramente cercherò di riprovare, chissà che magari non compaia prima o poi sulle postazioni trucco?), ho provato a riprodurlo un po' a naso, anche se il mio primo tentativo non è stato un successo al 100%.


Infatti il prodotto è adatto a stare in frigorifero (o comunque sotto i 15°C circa, quindi anche fuori dalla finestra quando si può!), mentre a temperatura ambiente si trasforma in un latte detergente, non liquido, ma fin troppo fluido per stare in vasetto.
In ogni caso l'effetto ricercato a contatto della pelle è stato ricreato nel modo giusto, il prodotto da “burroso”, si trasforma quasi in un “olio”.
Mi ha soddisfatto la capacità struccante, anche se non permette uno struccaggio più rapido rispetto alla mia normale Routine, semplicemente perché negli occhi, per quanto non dia fastidio, devo per forza usare i cottonfioc.

Ricetta:

Fase A
Acqua 30
Caprylyl/Capryl Glucoside 7
Glicerina 3
Euxyl PE 9010 0,5

Fase B
Cera d'Api 5
Olio di Cocco 35
Olio di Riso 11,5
Coco-Caprylate 8

Procedimento:

La realizzazione è molto semplice, si tratta di una versione leggermente modificata di Cold Cream.
Si parte con il preparare separatamente le due fasi, la più lunga da preparare è ovviamente la fase B, dato che bisogna sciogliere la Cera d'Api, raggiungendo quindi gli 80°C circa.
Dato che non è necessario emulsionare ad altissima temperatura, si può anche lasciar raffreddare un pochino la fase B prima di procedere ad unire le fasi.

Emulsionando con il frullatore ad immersione per qualche minuto, verrà fuori una sorta di “latte” molto liquido, che purtroppo non si addenserà fino ad essere solido in ambienti sopra i 15-18°C, ma che si limiterà a diventare un fluido. Addenserà col freddo, formando una sorta di burro ceroso e un po' friabile.
Il prodotto è della giusta composizione per ammorbidirsi al contatto con le dita, e sciogliersi del tutto quando viene applicato sul viso.

Eventuali Omissioni/Sostituzioni:

Potete provare ad usare diversi oli vegetali, ma Olio di Cocco e Olio di Riso sono fra gli oli più tollerati sul contorno occhi, inoltre hanno una composizione abbastanza particolare, soprattutto se si prendono come esempio oli economici, reperibili anche al supermercato.
Dato che si tratta di un prodotto Rinse-Off non considero che valga la pena usare oli costosi, possono bastare oli economici, meglio ancora se alimentari, per la certezza che non siano state aggiunte fragranze.
Eventuali altri tensioattivi possono magari andare bene, ma consiglio solo tensioattivi non ionici, così che non serva dover inserire degli anfoteri come tampone.


Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione