giovedì 3 agosto 2017

Ricetta per un Burro Struccante (da frigo)!

Ciao a Tutti!
Qualche tempo fa su un gruppo è emerso il dilemma degli struccanti, come sapete, tempo fa vi avevo già parlato dell'assortimento di prodotti commerciali tra cui scegliere... ma il dibattito è nato in particolare sul Clinique – Take the Day Off, ovvero il famoso burro struccante.
Dato che non l'ho mai provato (ho provato a chiedere un campioncino da Sephora, ma loro non tengono quel tester, sicuramente cercherò di riprovare, chissà che magari non compaia prima o poi sulle postazioni trucco?), ho provato a riprodurlo un po' a naso, anche se il mio primo tentativo non è stato un successo al 100%.


Infatti il prodotto è adatto a stare in frigorifero (o comunque sotto i 15°C circa, quindi anche fuori dalla finestra quando si può!), mentre a temperatura ambiente si trasforma in un latte detergente, non liquido, ma fin troppo fluido per stare in vasetto.
In ogni caso l'effetto ricercato a contatto della pelle è stato ricreato nel modo giusto, il prodotto da “burroso”, si trasforma quasi in un “olio”.
Mi ha soddisfatto la capacità struccante, anche se non permette uno struccaggio più rapido rispetto alla mia normale Routine, semplicemente perché negli occhi, per quanto non dia fastidio, devo per forza usare i cottonfioc.

Ricetta:

Fase A
Acqua 30
Caprylyl/Capryl Glucoside 7
Glicerina 3
Euxyl PE 9010 0,5

Fase B
Cera d'Api 5
Olio di Cocco 35
Olio di Riso 11,5
Coco-Caprylate 8

Procedimento:

La realizzazione è molto semplice, si tratta di una versione leggermente modificata di Cold Cream.
Si parte con il preparare separatamente le due fasi, la più lunga da preparare è ovviamente la fase B, dato che bisogna sciogliere la Cera d'Api, raggiungendo quindi gli 80°C circa.
Dato che non è necessario emulsionare ad altissima temperatura, si può anche lasciar raffreddare un pochino la fase B prima di procedere ad unire le fasi.

Emulsionando con il frullatore ad immersione per qualche minuto, verrà fuori una sorta di “latte” molto liquido, che purtroppo non si addenserà fino ad essere solido in ambienti sopra i 15-18°C, ma che si limiterà a diventare un fluido. Addenserà col freddo, formando una sorta di burro ceroso e un po' friabile.
Il prodotto è della giusta composizione per ammorbidirsi al contatto con le dita, e sciogliersi del tutto quando viene applicato sul viso.

Eventuali Omissioni/Sostituzioni:

Potete provare ad usare diversi oli vegetali, ma Olio di Cocco e Olio di Riso sono fra gli oli più tollerati sul contorno occhi, inoltre hanno una composizione abbastanza particolare, soprattutto se si prendono come esempio oli economici, reperibili anche al supermercato.
Dato che si tratta di un prodotto Rinse-Off non considero che valga la pena usare oli costosi, possono bastare oli economici, meglio ancora se alimentari, per la certezza che non siano state aggiunte fragranze.
Eventuali altri tensioattivi possono magari andare bene, ma consiglio solo tensioattivi non ionici, così che non serva dover inserire degli anfoteri come tampone.


Anche per oggi è tutto!
Alla prossima!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Promiseland.it, Biodizionario.it, e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

Nessun commento:

Posta un commento