martedì 1 settembre 2015

Prodotti testati da fine primavera a fine estate!

Ciao a Tutti,
torno a parlarvi dei prodotti che ho utilizzato di recente, anche in particolar modo dei prodotti che ho usato durante le vacanze, all'incirca da inizio agosto.
Comincio a parlarvi del nuovo dentifricio che ho deciso di acquistare, e che sto finendo in questo periodo (l'ho usato lentamente perché non sempre lo portavo con me in viaggio)

iN’s – Bio – Dentifricio Biologico Protezione Totale:

Aqua, Glycerin, Sorbitol, Calcium Carbonate, Hydrated Silica, Xylitol, Silica, Titanium Dioxide, Sodium Myristoyl Sarcosinate, Sodium Methyl Cocoyl Taurate, Aroma, Xanthan Gum, Zinc PCA, Thymus Vulgaris Leaf Extract, Mentha Piperita Leaf Extract, Rosmarinus Officinalis Leaf Extract, Juniperus Communis Leaf Extract, Melaleuca Alternifolia Leaf Oil, Thymus Vulgaris Oil, Ammonium Glycyrrhizate, Limonene

75 ml
1,59 €

Ho usato questo dentifricio a partire da fine luglio, l'ho visto come novità al Discount iN's, ho visto l'inci, e ho voluto provarlo.
Si tratta di un dentifricio a pasta bianca, ma molto meno "pastoso" e più cremoso dei normali dentifrici.
Fa una schiuma delicata e leggermente spumosa, ma niente se paragonato ai dentifrici normali con SLS.
In generale trovo che sia un ottimo dentifricio, ma per una semplice preferenza personale continuo a preferire i dentifrici in gel, mi trasmettono maggiore "freschezza" e senso di pulizia.
In ogni caso ve lo consiglio assolutamente, lo trovo comunque davvero ottimo! E nonostante tutto costa anche poco!

Continuo poi a parlarvi dei prodotti che ho usato per i capelli, che in realtà avevo cominciato ad usare saltuariamente già in primavera, ma non ero ancora in grado di fare già una recensione obiettiva.

Sapone del Mugello – Shampoo Extrapuro al Germe di Grano:

Aqua, Ammonium Lauryl Sulfate, Lauramidopropyl Betaine, Disodium Cocoamphodiacetate, Sodium Chloride, Potassium Oleate, Triticum Vulgare Germ Oil,  Glycerin, Parfum,  Benzyl Salicylate, Cinnamyl Alcohol, Citronellol, Limonene, Geraniol, Phenoxyethanol, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate

250 ml 
2,90 €

In primavera ed estate sono stata più volte ospite per qualche we fuori porta, e in questi casi non ho avuto la possibilità di portarmi tutti i prodotti da casa, così mi sono adattata a farmi prestare qualcosa di volta in volta, durante la prima minivacanza da ospite ho dovuto comprarmi questo shampoo, dato che non avevo a disposizione prodotti senza siliconi.
Poi per fortuna ho potuto portarlo a casa, e infatti lo uso tutt'ora saltuariamente, alternandolo con gli altri shampoo che uso.
Nonostante la presenza di ALS, tendenzialmente aggressivo, al primo posto, non l'ho trovato un prodotto aggressivo.
Fa una schiuma moderata, rispetto a quella dei prodotti commerciali, anche se effettivamente dubito sulla reale quantità di surgrassanti.
In ogni caso l'ho usato più volte, non continuativamente, ma per alcuni giorni di fila ogni volta, e tutte le volte senza avere prurito, cosa che mi capita spesso con gli shampoo troppo aggressivi.
Non sarà lo shampoo migliore sul mercato, ma direi che ci può stare, visto che comunque è senza siliconi.
In ogni caso non è uno shampoo molto districante, è l'unico reale motivo per cui non lo uso sempre.

Shultz – Maschera Ristrutturante:

Aqua, Cetyl Alcohol, Cetrimonium Chloride, Chamomilla Recutita Flower Extract, Royal Jelly Extract, Hydrolyzed Wheat Protein, Guar Hydroxypropyltrimonium Chloride, Sodium Benzoate, Benzyl Alcohol, Parfum, Linalool, Citric Acid, Caramel

300 ml
4,70 € circa

Dopo una lunga ricerca, ho finalmente trovato anche la maschera, dopo essermi trovata molto bene con il balsamo della stessa linea.
L'inci è diverso, ma quello che hanno in comune i due prodotti è la quantità di condizionante.
Effettivamente risultano entrambi dei prodotti molto districanti e ammorbidenti.
In particolare, usando poco prodotto (è piuttosto unto rispetto al balsamo), non mi si sono nemmeno appesantiti i capelli.
Anzi, mi sono rimasti dei bei boccoli mossi nonostante tutto.
Penso però che sia un prodotto da evitare per chi ha capelli tendenzialmente grassi, e vuole cercare di doverli lavare il meno possibile. Un prodotto di questo tipo penso che inevitabilmente porti a sporcarli prima.
Questo è un prodotto che ho comprato durante uno dei we che ho fatto, e che poi sono riuscita a portare a casa, quindi lo sto ancora usando con soddisfazione, anche se alternato al Balsamo Splend'Or al Cocco, di cui vi ho già parlato a lungo.

Giardino Cosmetico – Detergente Intimo Lenitivo:

Aqua, Sodium Myreth Sulfate, Sodium Chloride, Decyl Glucoside, Cocamidopropyl Betaine, Glycerin, Hypericum Perforatum Extract, Euphrasia Officinalis Extract, Sodium Cocoamphoacetate, Disodium EDTA, Potassium Sorbate, Laureth-2, Sodium Benzoate, PEG/PPG-120/10 Trimethylpropane Trioleate, Parfum, Lactic Acid

300 ml
2,95 €

Si tratta di una marca che avevo solo sentito nominare, dato che viene venduta da Ipersoap e da Crai per quanto ne so, ma non ho punti vendita comodi di quelle marche. Mi è capitato, per puro caso, proprio durante una breve vacanza da ospite, di trovarmelo nel bagno.
Chiaramente ero più che felice di testarlo, anche se ci sono rimasta male, scoprendo che si tratta del vecchio inci.
Si tratta comunque di un prodotto piacevole da usare, e con un inci nemmeno tremendo, è piuttosto denso, trasparente, e anche abbastanza delicato, nonostante gli ingredienti a pallino rosso. Non mi sono fatta problemi ad usarlo per tutti i giorni in cui sono stata ospite, quasi una settimana, dato che il PEG è solo alla fine. Si tratta di un prodotto accettabile in ogni caso.
Si è infatti dimostrato delicato, e non mi ha creato nessun fastidio intimo.
Il nuovo inci dovrebbe essere ancora meglio, e lo proverò sicuramente se mi dovesse capitare un punto vendita vicino:

nuovo inci certificato:
Aqua, Cocamidopropyl Betaine, Glycerin, Sodium Lauryl Sulfoacetate, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Chamomilla Recutita Flower Extract, Camellia Sinensis Leaf Extract, Malva Sylvestris Leaf Extract, Disodium 2-Sulfolaurate, Sodium Methyl 2-Sulfolaurate, Cetyl Betaine, Lactic Acid, Lauryl Betaine, Tocopherol, Citric Acid, Ascorbic Acid, Sodium Chloride, Parfum, Dehydroacetic Acid, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate, Benzyl Alcohol

200 ml
2,80-2,95 €

Se avete un punto vendita vicino penso valga la pena di provarlo!

Biorepair – Oral Care – Dentifricio Total Protective Repair:

Aqua, Zinc Hydroxyapatite, Glycerin, Sorbitol, Hydrated Silica, Silica, Aroma, Cellulose Gum, Tetrapotassium Pyrophosphate, Sodium Myristoyl Sarcosinate, Sodium Methyl Cocoyl Taurate, Sodium Saccharine, Citric Acid, Phenoxyethanol, Benzyl Alcohol, Sodium Benzoate

75 ml
2,25-3,85 € 

Durante la stessa vacanza di cui vi ho parlato sopra, ho anche avuto modo di provare questo dentifricio. Mi ero portata il mio, ma ero curiosa di provarlo, così il proprietario me lo ha prestato durante l'ospitalità.
Ha una consistenza piuttosto morbida, ma leggermente più densa rispetto al dentifricio iN's Bio, e fa una schiuma ugualmente delicata.
Trovo che sia piacevolmente mentolato, senza esagerazioni, e in complesso mi ha soddisfatto.
L'unico dubbio che mi sorge è relativo alla presenza di saccarina, proprio in un dentifricio che dovrebbe garantire la rigenerazione dello smalto.
Sinceramente non ho le competenze tecniche per dire se il formulatore ne ha tenuto conto o meno, quindi posso solo rimandarvi all'opinione del vostro dentista.
Sicuramente dal punto di vista dell'inci e a livello “sensoriale” io lo approvo pienamente, e penso che lo acquisterei anche, se in offerta.

Bottega Verde – Mandorle Dolci – Crema Mani:

Aqua, Glycerin, Stearic Acid, Ethylhexyl Palmitate, Cetyl Palmitate, Cetearyl Alcohol, Prunus Amygdalus Dulcis Oil, Hydrogenated Palm Glycerides, Dimethicone, Phenoxyethanol, Potassium Cetyl Phosphate, Sodium Cetearyl Sulfate, Imidazolidinyl Urea, Allantoin, Methylparaben, Propylparaben, Parfum, Disodium EDTA, Lecithin, Amyl Cinnamal, Hydroxyisohexyl 3-Cyclohexene Carboxaldehyde, Tocopherol, Butylphenyl Methylpropional, Ascorbyl Palmitate, Cinnamyl Alcohol, Limonene, Coumarin, Citric Acid

75 ml
5,49-10,99 €

Si tratta di un prodotto che fino ad ora non avevo ancora provato, ma vi avevo già parlato più che altro dell'inci.
Come vi dicevo, non è un prodotto green, ma un compromesso.
A dispetto della descrizione del prodotto, la prima cosa che ho notato è che non sa di Mandorle!
Mi sarei aspettata un profumo più mandorloso, quello che sento nello Stick Labbra all'Olio di Mandorle de I Provenzali, che è proprio l'odore dell'Olio Essenziale di Mandorle che io acquisto da Gisella (è ricostruito, per eliminare le frazioni tossiche).
In ogni caso l'ho usato durante una sola occasione, è uno dei numerosi prestiti di cosmetici, ma quando l'ho provato è andata così: sensazione istantanea di assorbimento, fin troppo asciutta, ma successiva sensazione di “appiccicaticcio”.
Sinceramente non la trovo proprio buona, anche se l'inci è accettabile.
Funziona però come barriera, in sostanza isola un pochino la pelle (probabilmente grazie al silicone), ma non l'ho trovata particolarmente buona da spalmare.

Bottega Verde – Linea Fiori – Latte Detergente Viso Rosa e Giglio:

Aqua, Glycerin, Arachidyl Alcohol, Ethylhexyl Palmitate, Ethylhexyl Stearate, Cetearyl Alcohol, Behenyl Alcohol, Dimethicone, Phenoxyethanol, Sodium Stearoyl Lactylate, Arachidyl Glucoside, Decyl Glucoside, Butyrospermum Parkii Butter, Hydroxyethyl Acrylate/Sodium Acryloyldimethyl Taurate Copolymer, Parfum, Squalane, Lilium Candidum Bulb Extract, Rosa Damascena Flower Extract, Glycerophosphocholine, Xanthan Gum, Disodium EDTA, Polysorbate-60, Propylene Glycol, Sodium Hydroxide, Lecithin, Citronellol, Tocopherol, Geraniol, Ascorbyl Palmitate, Citric Acid, Linalool, Sodium Benzoate, Potassium Sorbate

150 ml
11,99 €

In questo caso si tratta di omaggi: 2 campioncini che ho chiesto proprio in occasione dell'uscita di questa linea nuova, e che ho usato proprio in occasione di un we fuori porta.
Si tratta di un latte detergente molto fluido, che si assorbe molto in fretta. In questo caso non lo considero un netto vantaggio, infatti questo implica il dover usare molto prodotto per rimuovere il trucco.
Funziona come struccante solamente se usato in abbondanza, ma l'ho provato solamente con un make-up piuttosto tenue, anche se con il primer sotto, quello che ho deciso di acquistare, Urban Decay Primer Potion Antiage, nonostante venga venduto anche come latte detergente e struccante.
C'è un po' di silicone, ma è inserito in quantità leggermente più alte rispetto a quelle dei conservanti e dei gelificanti, io non ne farei un problema.

Boots Laboratories – Antiage Serum 7 Night Cream:

Aqua, Glycerin, PPG-15 Stearyl Ether, Sorbitan Stearate, Dimethicone, Butyrospermum Parkii Butter, Ethylhexyl Stearate, Cetyl Alcohol, Polyacrylamide, C13-14 Isoparaffin, Phenoxyethanol, Alcohol Denat., C18-36 Acid Glycol Ester, Dimethiconol, Butylene Glycol, Parfum, Sucrose Cocoate, Methylparaben, Carbomer, Laureth-7, Ethylparaben, Retinyl Palmitate, Xanthan Gum, Ascorbyl Glucoside, Tetrasodium EDTA, Potassium Hydroxide, Lupinus Albus Seed Extract, Dimethylmethoxu Chromanol, Phyllanthus Emblica Fruit Extract, Polysorbate-20, Ginko Biloba Leaf Extract, BHT, Tocopherol, Butylparaben, Palmitoyl Oligopeptide, Silica, Isobutylparaben, Propylparaben, Palmitoyl Tetrapeptide-7

Si tratta di un campioncino regalatomi in farmacia qualche tempo fa.
Dato l'inci terribile, non ho assolutamente voluto provarlo sul viso. Quindi ho optato per usarla come crema piedi, unica zona della pelle dove uso tranquillamente anche un po' di silicone, e dove effettivamente una crema siliconica ha il suo perché, non lasciando a lungo unta la pelle.
La crema è piuttosto densa e untuosa, rimane un pochino di unto sulla pelle (quella dei piedi almeno) sul momento, però è effettivamente una crema che non lascia residui di unto/appiccicaticcio successivi.
Sinceramente non posso certo considerarla un prodotto consigliabile, visto anche il prezzo, ma effettivamente, gli attivi ci sono, solamente sono immersi in una crema base del tutto sintetica. In ogni caso mi pare il prodotto migliore fra i campioncin che ho ricevuto.
Sicuramente è stato un campioncino utile per non dovermi portare dietro anche la crema per i piedi!

Neutromed – Bagnoschiuma Protezione Attiva:

Aqua, Sodium Laureth Sulfate, Cocamidopropyl Betaine, Coco-Glucoside, Parfum, Glyceryl Oleate, Tocopheryl Acetate, Linoleic Acid, Linolenic Acid, Tocopherol, PEG-7 Glyceryl Cocoate, Citric Acid, Sodium Chloride, Sodium Benzoate, Sodium Salicylate, Methyldibromo Glutaronitrile, Phenoxyethanol

500 ml
2 € circa

Mentre ero via per una settimana ad agosto, mi è caduto il sapone casalingo che mi ero appositamente portata nel lavabo, era quasi finito, ma avevo appunto portato una saponetta piccola proprio per quei pochi giorni...in sostanza mi sono trovata senza detergente per gli ultimi 2 giorni.
Quindi mi sono fatta prestare questo bagnoschiuma, che era agli sgoccioli (e probabilmente era lì da un po', ma avendo usato la crema solare, avevo proprio bisogno di un detergente, anche lo shampoo l'avevo portato contato per l'aereo, quindi mi sono adattata).
Si tratta sicuramente di un prodotto piuttosto vecchio, e penso non sia più in produzione (non riesco a trovarlo con il nome preciso), anche perché contiene un conservante, l'Euxyl K400 (PhenoxyethanolMethyldibromo Glutaronitrile), che ha subito diversi cambiamenti di regolamentazione negli ultimi anni, attualmente può essere inserito solo nei prodotti Rinse-Off, e a concentrazioni bassissime (più che altro per la componente a pallino rosso, allergizzante e irritante).
Apparentemente sembra cremoso e delicato, e nonostante fosse chiaramente comprato parecchio tempo fa, non mostrava segni di deperimento (effettivamente i detergenti durano anche anni senza problemi, se vengono ben conservati), fa una buona schiuma, però effettivamente l'ho trovato un po' troppo lavante.
Mi è andata ancora bene perché è da parecchio che uso prodotti molto delicati, ma con un uso regolare penso che mi troverei con una pelle molto secca.
E nonostante il conservante, io personalmente non ho avuto nessuna reazione allergica, ma effettivamente non ho mai avuto una pelle problematica in questo senso.

Anche per oggi è tutto!
A presto!

Rasmus

Si ringraziano il Forum di Lola, il Forum di Sai Cosa Ti Spalmi, Biodizionario.it, Promiseland.it e la fondazione Wikipedia inesauribili fonti di informazioni e di ispirazione

2 commenti:

  1. Anch'io ho usato lo shampoo del Sapone del Mugello. Non capisco una cosa riguardo il dentifricio: c'è il Titanium Dioxide nell'INCI, non è un filtro utilizzato nei solari? (magari sarà una domanda stupida)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia, e come ti sei trovata con quello shampoo? vedo che hai capelli ancora più voluminosi dei miei!
      per il Biossido di Titanio, certo, è lo stesso ingrediente, si usa principalmente come sbiancante ottico (anche a livello industriale), è alla base anche della sua capacità filtrante, infatti se leggi qui: http://cosmesinaturalespignattoandco.blogspot.it/2015/08/i-filtri-solari-come-funzionano.html capirai che funziona come "specchio", riflettendo tutta la luce (l'insieme di tutto lo spettro visibile dei colori viene percepito dai nostri occhi come bianco). In un dentifricio invece viene inserito sia come abrasivo, sia come sbiancante, difficilmente alle persone piacerà mettersi in bocca una pappetta grigiastra, comunica "sporco", anche se è una sostanza sana e pulita. In ogni caso c'è in quasi tutti i dentifrici, non è assolutamente tossico, è una sostanza contenuta anche in molte compresse di farmaci e parafarmaci!

      Elimina